PORTE APERTE VIRTUALE

PORTE APERTE VIRTUALE 
12-13 e 14 maggio 2021 dalle 15.00 alle 18.00

A Porte Aperte Virtuale saranno presentati i Corsi che afferiscono alle aree:

  • 12  maggio 2021 – Area dell’Ingegneira e dell’Architettura
  • 13 maggio 2021 – Area Umanistica, Giuridico, Politico, Economica;
  • 14 maggio 2021 – Area Sanitaria, Scientifica e Psicologia;

docenti, giovani ricercatori e studenti tutor saranno a disposizione per illustrare le specificità dei Corsi di studio triennali, magistrali a ciclo unico attivi all’Università di Pavia.

Porte Aperte può essere considerata il punto d’arrivo di un programma diversificato di orientamento alla scelta, che ha lo scopo di raggiungere tutti i soggetti coinvolti nel processo decisionale: studenti neo-maturi, genitori e docenti delle scuole superiori.

Gli speakers’ corner qui gli studenti, attraverso i video, potranno conoscere i servizi offerti dalla Segreteria Studenti, l’esperienza di comunità nei Collegi universitari, i percorsi d’eccellenza dell’Istituto di Studi Superiori (IUSS) e le opportunità del programma Erasmus, nonché il SAISD il Servizio che supporta gli studenti con disabilità nell’affrontare il percorso di studio.

I Percorsi Virtuali, sempre disponibili, alle strutture d’eccellenza, come l’Orto Botanico uno dei più antichi d’Europa; il Laboratorio Energia Nucleare Applicata dove si trova uno dei quattro reattori nucleari italiani utilizzato non solo a scopo di ricerca ma anche in campo sanitario; il CNAO unico in Italia e tra i pochi nel mondo; l’Eucentre che sostiene e cura la formazione e la ricerca nel campo della riduzione del rischio sismico; la Biblioteca Universitaria la cui istituzione risale a progetto di riforma del sistema d’istruzione pubblica e universitaria avviato da Maria Teresa d’Austria nella seconda metà del XVIII secolo; il Fondo Manoscritti dove si possono consultare manoscritti, dattiloscritti, epistolari, prime edizioni, fotografie, disegni, dipinti ecc. di scrittori e pittori degli ultimi due secoli; il Teatro Fraschini: il Teatro dei Quattro Nobili Cavalieri, inaugurato nel 1773; il Sistema Museale che offre un’ampia scelta al visitatore: dalla possibilità di viaggiare tra antichi reperti archeologici presenti al Museo di Archeologia, oppure visitare il Museo per la Storia dove si può intraprendere un breve viaggio a ritroso nel tempo delle grandi scoperte: incontrare personaggi come Alessandro Volta, che con l’invenzione della pila proiettò il mondo nella modernità o Camillo Golgi, Premio Nobel per la medicina che, grazie ai suoi studi, pose le basi per le moderne neuroscienze, o curiosare all’interno del Museo della Tecnica Elettrica dove il viaggiatore percorrendone le sale espositive potrà assaporare lo sforzo compiuto dagli scienziati e tecnologi per sfruttare ciò che la natura da sempre teneva in serbo, l’energia, e renderla fruibile alla vita di tutti i giorni. Si ha quasi la sensazione di rivivere un sogno, quello di tutti coloro che hanno immaginato un futuro in cui le azioni umane potessero essere aiutate e addirittura sostituite da ‘macchine’ sempre più automatiche, veloci e quasi “pensanti”, ed infine terminare il viaggio a Kosmos, “Il mondo di Lazzaro Spallanzani” dove il visitatore sfoglia un immaginario libro sulle idee fondamentali della biologia, viaggia nel tempo e nei luoghi con gli esploratori e gli scienziati che hanno contribuito allo sviluppo della Scienza e alle collezioni del museo. Attraverso la vita, le esplorazioni e le ricerche di Lazzaro Spallanzani, Carlo Linneo, Alexander von Humboldt, Georges Cuvier e Charles Darwin.
E alla fine, terminare con la visita ai Collegi Universitari: luoghi dove i ragazzi e ragazze vivono e crescono insieme, incontrano personalità della cultura e preparano al meglio il loro futuro. Qui, attraverso le testimonianze degli studenti i visitatori potranno scoprire cosa rende unica l’esperienza “di vivere la vita da studente universitario in un collegio”.

PORTE APERTE VIRTUALE ANCHE A CREMONA….
Virtual room anche dalla città della musica e di Stradivari, con i suoi Corsi di laurea in Musicologia, in Conservazione e restauro dei beni culturali e in Scienze letterarie e dei beni culturali.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE
Iscriviti alla giornata (disponibile a breve)